Offerte di lavoro a Malta

Vado a Malta…a lavorare!

Nell’ immaginario comune Malta potrebbe essere destinazione consueta ed esclusiva per gli operatori del settore turistico e di tutto il comparto ristorativo e alberghiero. In realtà l’isola, seppur molto piccola, offre buone possibilità anche in altri ambiti: dalle banche e la finanza, alle professioni legate al web, dal settore immobiliare a quello del gioco di azzardo. Queste ultime, infatti, offrono un buon margine di possibilità di guadagno essendo settori specializzati e non competitivi come potrebbe essere il verticale legato al terziario.

Lo stipendio minimo garantito è di circa 600 Euro mensili. Anche per questo ti consigliamo di partire nei mesi invernali o, comunque, durante la bassa stagione, per evitare di incorrere in affitti lievitati dall’ appropinquarsi  dell’estate.

Se hai intenzione di cercare lavoro qui, è preferibile trasferirti fisicamente nell’ isola per un paio di settimane: non sempre è facile trovare biglietti last minute per Malta, soprattutto nei mesi in cui l’afflusso di turisti è maggiore. Soggiornare qui ti permetterà di prendere confidenza con l’isola e i suoi abitanti, di conoscere persone che potrebbero aiutarti nella tua ricerca. Altro aspetto importante, i responsabili delle risorse umane tendono a preferire, a parità di titoli ed esperienze, lavoratori che si trovano in loco per abbattere la tempistica necessaria per i colloqui.

Come trovare lavoro? I vecchi quotidiani non guastano mai, ma affidati soprattutto ai siti online di incontro domanda/offerta lavoro. Consultali quotidianamente, d’altronde oggi la ricerca di lavoro è diventata essa stessa un lavoro.

Requisito fondamentale per lavorare a Malta – inutile dirlo – è la conoscenza dell’inglese. Ovviamente una conoscenza reale della lingua che sarà indispensabile per affrontare al meglio il colloquio. Se non sei particolarmente ferrato, potrai sempre perfezionare il tuo inglese in una delle scuole maltesi, da sempre meta ambita dagli studenti europei.

Le regole di un buon cv valgono per l’Italia quanto per Malta: evita i formati europei se non espressamente richiesti nell’annuncio, concentrati sulle esperienze professionali davvero importanti e soprattutto su cosa hai imparato attraverso di esse. Allega sempre una buona lettera di presentazione (il tutto redatto in ottimo inglese): ti aiuterà a personalizzare la tua candidatura e a differenziarti dalla massa di curriculum che le agenzie maltesi ricevono quotidianamente. Un ultimo consiglio, non barare: evita di inserire attività che non hai svolto o titoli che non hai mai conseguito. Soprattutto in ambito lavorativo, le bugie hanno sempre le gambe corte.

CONDIVIDI SUI SOCIAL!
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone

ALTRE INFORMAZIONI UTILI

DAI VOCE ALLA TUA AZIENDA!

Hai bisogno d'aiuto? Contattaci per qualsiasi informazione