Economia di Malta

L’economia maltese è basata soprattutto sul turismo e sull’offerta di servizi.

La posizione strategica di Malta, il suo fisco vantaggioso e la snellezza della burocrazia attirano ogni anno centinaia di investitori stranieri. A questa crescente domande il Governo ha risposto adottando una serie di misure a favore dello sviluppo economico e della privatizzazione di alcune aziende statali, operazioni che hanno permesso all’isola di meritare la fiducia dell’Unione Europea.

La scarsità delle risorse idriche e la conformazione del terreno hanno ostacolato un adeguato sviluppo dell’agricoltura.  Fino al secolo scorso, tuttavia, l’isola è stata protagonista di una fiorente produzione di tabacco e cotone. Una delle risorse minerarie maggiori, invece,  è rappresentata dal calcare.

Sviluppato è il settore manifatturiero,in particolare quello tessile ed elettronico. Quest’ultimo attira ogni anno nell’isola centinaia di professionisti provenienti da ogni parte del mondo.

I cantieri navali, aperti soprattutto durante il dominio dell’Impero britannico, sono il fiore all’occhiello di Malta. La sua flotta, infatti, per lo meno per quanto riguarda il parametro del tonnellaggio, è la più potente d’Europa.

Negli ultimi anni una notevole importanza ha assunto il settore finanziario e quello delle telecomunicazioni. Molte aziende hanno deciso di aprire a Malta la loro sede centrale, attratte da un fisco basso e dalle misure adottate dal governo in favore dell’imprenditorialità e degli investimenti esteri.

Il gioco rappresenta un’altra grossa entrata per il piccolo arcipelago: solo nell’ultimo anno l’Autorità maltese ha concesso 400 nuove licenze agli operatori del settore.

Inutile dirlo, il turismo costituisce l’attività principale per i maltesi. L’isola, per le sue bellezze paesaggistiche e per la sua cultura, attrae ogni anno migliaia di visitatori e il suo favorevole posto al sole per almeno dieci mesi l’anno, fa sì che le strutture ricettive abbiano ospiti anche durante la bassa stagione. Proprio per questo negli ultimi anni sono state create nuove strutture e non sono pochi gli stranieri che investono nel settore edile per adibire il proprio immobile a casa vacanza per i turisti.

Leave a ReplyYour email is safe with us.

CONDIVIDI SUI SOCIAL!
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone

ALTRE INFORMAZIONI UTILI

DAI VOCE ALLA TUA AZIENDA!

Hai bisogno d'aiuto? Contattaci per qualsiasi informazione